14 Sep 2017

La voce dei produttori d’acciaio a Made in Steel

«C’è molto interesse da parte degli operatori del settore, perché queste occasioni di incontro sono fondamentali per fare il punto sulle prospettive del mercato, in particolare in questa fase in cui il trend dei prezzi non risulta aver preso una direzione chiara». La settima edizione di Made in Steel non si era ancora chiusa quando Luca Italia, responsabile commerciale del Gruppo Ilva, il principale produttore d’acciaio d’Italia e tra i più importanti in Europa, apprezzava il valore che la Conference & Exhibition stava trasmettendo a espositori e visitatori.

Anche nell’appuntamento del 2017, l’evento ha saputo mantenersi in equilibrio tra business e riflessione, relazioni e conoscenza, tra il suo essere vetrina espositiva e polo di cultura per l’industria siderurgica. «Quella 2017 è stata un’edizione assolutamente positiva, nonostante il momento di mercato. Ritengo sia una manifestazione che sta raggiungendo la giusta maturità per rappresentare la filiera – ha dichiarato Marco Multari, CEO della filiale italiana e Country Manager Italia e Grecia di SSAB -. E questo è un obiettivo importante. Ha ottenuto anche una presenza internazionale, oggi dovuta». Nel dettaglio, espositori e visitatori sono arrivati a fieramilano Rho da 74 Paesi, dall’Albania al Venezuela passando per Brasile, Russia, Giappone e Corea del Sud, Turchia.

E in quell’82,6% di espositori che si sono detti complessivamente soddisfatti della tre giorni dell’acciaio c’è anche il CEO di Acciaierie Valbruna, Massimo Amenduni: Made in Steel «è degna di nota e colpisce per partecipazione e cura del dettaglio». Già durante la tre giorni si era potuta intuire la crescita di presenze, poi certificata dai numeri: +15% rispetto all’edizione 2015, sfiorando le 15mila unità.

Che la Conference & Exhibition sia anche una manifestazione «bella» l’ha sottolineato pure Roberto De Miranda, presidente di ORI Martin. L’evento è «in crescita. Il nostro business è rivolto all’export e a Made in Steel è possibile incontrare molti player stranieri».

News

«L’uomo, non la tecnologia, al centro dell’innovazione»

L’ad di Made in Steel, Emanuele Morandi, al 4° Danieli Innovaction Meeting

La voce dei produttori d’acciaio a Made in Steel

Occasione di incontro, presenze internazionali, polo di cultura per l’industria siderurgica

La voce delle associazioni di categoria a Made in Steel

L’evento visto da chi rappresenta la filiera dell’acciaio