07 May 2019

Conferenza stampa di presentazione dell’ottava edizione

Negli spazi della storica Fonderia Napoleonica Eugenia di Milano, questa mattina, a una settimana dall’inaugurazione, è stata presentata alla stampa l’ottava edizione di Made in Steel, gli obiettivi della manifestazione e le anticipazioni sull’andamento del settore siderurgico.

«L’acciaio sta attraversando un delicato momento di cambiamento, con alcuni settori utilizzatori chiave, come costruzioni e automotive, che sono in difficoltà, e con la chiusura globale dei mercati. Uno dei compiti di Made in Steel, in tale congiuntura, è anche questo: parlare alla filiera dell’acciaio perché il mercato diventi luogo di relazione, incontro, scambio di informazioni. Ciò a patto di avere imprenditori siderurgici che non guardino alla piazza commerciale come a un campo di battaglia, ma che lavorino in collaborazione e condivisione, in nome della costruzione degli acciai del futuro, innovativi e sostenibili» afferma Emanuele Morandi, presidente e amministratore delegato di Made in Steel.

Un invito a restare umani, nella rivoluzione tecnologica della siderurgia mondiale che passa per una sempre maggiore attenzione alla riduzione dell’impatto ambientale e per una spinta all’innovazione di prodotti, processi e servizi. Questi i concetti trainanti che faranno da filo conduttore del ricco programma conferenze: oltre 40 i relatori, dall’Italia e dal mondo, che interverranno ai principali convegni di Made in Steel, che si terranno nella siderweb Conference Room, al centro dei padiglioni 22 e 24 di fieramilano Rho.

INNOVAZIONE E SOSTENIBILITÀ – Secondo le ultime stime dell’Ufficio Studi siderweb, la spesa in ricerca e sviluppo nell’industria dell’acciaio, al netto di quanto spesato a conto economico, è circa lo 0,7% del fatturato. Una quota più bassa rispetto a quelle di altri settori manifatturie­ri (elettronica 8,9%; automotive 3,2%; macchine e apparecchi meccanici 2,8%).

C’è margine di crescita, anche considerando che il 99% degli inve­stimenti della filiera siderurgica nel 2017 è stato destinato alle immobilizzazioni ma­teriali (secondo quanto emerso dall’analisi di un campione di 144 imprese, inserita nello studio siderweb Bilanci d’Acciaio 2018). In fase di esplorazione anche i temi del deli­cato rapporto tra uomo e macchina, delle interazioni machine to machine, della ma­nifattura additiva.

Anche sulla base di questi dati, Made in Steel sarà per gli operatori del settore una piazza di incontro e scambio, luogo di business e network, ma anche di approfondimento e riflessione sulle grandi tematiche come innovazione e sostenibilità, motori della siderurgia mondiale del futuro.

Nell’immagine da sinistra: Lucio Dall’Angelo, direttore generale siderweb, Paolo Borgio, direttore organizzatori terzi e sponsorizzazioni fieramilano, Alessandro Mattinzoli assessore Sviluppo economico Regione Lombardia, Emanuele Morandi, presidente e amministratore delegato Made in Steel, Flavio Bregant, direttore generale Federacciai, Riccardo Benso, presidente Assofermet, Stefano Ferrari, responsabile Ufficio Studi siderweb
News

STEEL HUMAN – Da Made in Steel 2019 innovazione e sostenibilità. Un nuovo paradigma per l’acciaio.

È online lo speciale digitale gratuito realizzato dalla redazione di siderweb. Scaricalo subito.

Uno sguardo su Made in Steel 2019

Rivivi i momenti salienti dell’ottava edizione: sfoglia la gallery.

Made in Steel Awards 2019

ArcelorMittal Italia, Aperam Stainless Services & Solutions Italy e Liberty Steel si sono aggiudicati i premi firmati dall’artista Maria Cristina Carlini.