06 Apr 2017

L’acciaio guadagna terreno nel 2016: tutti i trend a Made in Steel

Dopo 5 anni consecutivi di diminuzioni, nel 2016 l’acciaio italiano ha recuperato volumi: stando ai dati di Federacciai, l’output delle acciaierie tricolori è stato di 23,374 milioni di tonnellate; un incremento del 6,2% rispetto al 2015, che tradotto significa un aumento di 1,356 milioni di tonnellate.

Secondo Stefano Ferrari, responsabile dell’Ufficio studi di Siderweb, «gran parte della ripresa produttiva è da imputarsi alla maggior attività dell’Ilva, che l’anno scorso ha aumentato nettamente la propria produzione, tornando vicino ai 6 milioni di tonnellate. Ma credere che il miglioramento dipenda solo dall’Ilva è errato: anche la produzione di lunghi, concentrata soprattutto nel nord Italia, è salita di oltre 400mila tonnellate, facendo registrare il miglior risultato dal 2012». Un trend che si è consolidato nei primi due mesi del 2017: la produzione è aumentata sia a gennaio (+0,3% rispetto al medesimo mese del 2016) che a febbraio (+1,2%).

Non solo l’output, nel 2016 è anche cresciuto l’export, dell’8,7%; per contro, le importazioni sono calate dell’1%. Lo sbilancio tra import ed export si è ridotto del 44%. Secondo Ferrari le attese per il 2017, «a seguito dell’introduzione di dazi sulle importazioni di prodotti piani e della ripresa produttiva dell’Ilva, sono per un’ulteriore riduzione del deficit». È in questo contesto che si inserirà la settima edizione di Made in Steel, la principale Conference & Exhibition del Sud Europa dedicata alla filiera dell’acciaio, che si terrà a fieramilano Rho dal 17 al 19 maggio 2017. Numeri questi che ribadiscono la centralità dell’Italia sullo scacchiere mondiale dell’acciaio, ottimamente rappresentato dall’evento fieristico organizzato da Siderweb, principale organo di informazione e consulenza interamente dedicato alla filiera siderurgica.

Ad oggi è stato venduto il 95% di area espositiva, superando il totale della superficie utile venduta nella precedente edizione record del 2015; circa il 15% è occupato da imprese e gruppi esteri. Saranno presenti espositori da 16 Paesi e grandi buyer da 15, tra cui Repubblica di Corea, Emirati Arabi Uniti, Sud Africa e Russia, nonché i capifila delle due cordate in campo per l’acquisizione di Ilva.

A Made in Steel si parlerà dunque di business, contratti e innovazione digitale e tecnologica, ma si anticiperanno anche le tendenze della filiera dell’acciaio grazie ad un fitto calendario di incontri e convegni, che verrà annunciato nelle prossime settimane. Momento centrale sarà la presentazione della piattaforma programmatica degli Stati Generali dell’ACCIAIO.

News

Made in Steel investe in cultura e formazione a sostegno della I.S.E.O Summer School

Consegnata la borsa di studio 2019 sponsorizzata da Made in Steel

STEEL HUMAN – Da Made in Steel 2019 innovazione e sostenibilità. Un nuovo paradigma per l’acciaio.

È online lo speciale digitale gratuito realizzato dalla redazione di siderweb. Scaricalo subito.

Uno sguardo su Made in Steel 2019

Rivivi i momenti salienti dell’ottava edizione: sfoglia la gallery.