02 Sep 2020

Le voci degli espositori che hanno già confermato la propria presenza

A poco più di due mesi dall’apertura della vendita degli spazi espositivi, molte sono le aziende che hanno già confermato la propria partecipazione alla nona edizione di Made in Steel. Tante le realtà che ritornano, ma anche nuove adesioni. Il denominatore comune è la convinzione che la Conference & Exhibition rappresenti un importante evento da presidiare, un luogo di incontro tra domanda e offerta, momento di scambio e confronto tra imprese e professionisti del settore.

Ecco i commenti di alcune tra le prime aziende che hanno confermato la presenza all’evento di marzo 2021.

«Made in Steel è l’evento di riferimento per il nostro settore» ha detto Nicola Negri, amministratore unico della Negri spa, società di Valmadrera, in provincia di Lecco, che si occupa di lavorazione e commercio di prodotti in acciaio destinati alle costruzioni, all’industria e alla cantieristica. «In tre giorni, a livello di pubbliche relazioni, si ha la possibilità di incontrare e parlare proprio con tutti i clienti e i fornitori. Da questo punto di vista si realizza di più in neppure mezza settimana a fieramilano, che non in un anno di lavoro. Ed è un evento ancora più esclusivo perché si tiene ogni due anni». 
Leggi l’intervista completa realizzata da siderweb all’amministratore delegato Nicola Negri 

Buhlmann Italia, distributore di tubi senza saldatura, parteciperà per la terza volta a Made in Steel con due obbiettivi precisi. Da un lato «lo scambio di contatti, di miglioramento del nostro pacchetto clienti, dell’incontro con i nostri interlocutori storici» come ha spiegato Enrico Vitali, Sales Manager responsabile Oil & Gas di Buhlmann Italia. Dall’altro «è importante esserci per riappropriarci degli spazi e delle quotidianità che in questi mesi ci sono mancate, traguardando un processo di sintesi della filiera che abbraccia l’obiettivo commerciale, ma apre anche alla possibilità di nuove dinamiche».
Leggi l’intervista completa realizzata da siderweb a Enrico Vitali, Sales Manager responsabile Oil & Gas di Buhlmann Italia

Anche per L.P.S. Lamiere Perforate Speciali, Made in Steel è un’opportunità per incontrare nuovi clienti e confrontarsi con nuovi fornitori. Per questo, dopo la prima positiva esperienza nel 2019, l’azienda di Monza ha riconfermato la partecipazione alla manifestazione. Per l’appuntamento del 2021, L.P.S. Lamiere Perforate Speciali si sta preparando per presentare un «notevole ampliamento dell’assortimento a stock di un numero importante di prodotti, allo scopo di migliorare servizio, tempi di consegna e risposta ai clienti», come ha sottolineato l’amministratore dell’azienda Alessandro Massarelli.
Leggi l’intervista completa.

«Siamo stati espositori a Made in Steel anche nelle due precedenti edizioni e la numerosa presenza dei nostri clienti italiani, ma anche tedeschi e francesi, oltre che l’attenzione che gli stessi ci hanno dedicato, ci ha piacevolmente sorpreso» hanno dichiarato Andrey Deryugin, direttore commerciale di DSS Dneprospetsstal, produttore ucraino di acciai speciali ed Eduardo Valecchi, agente DSS per il mercato italiano. «È l’Europa il nostro maggior “player” e siamo convinti che Made in Steel sia la fiera più importante del Sud del continente. Il nostro auspicio è quello di vivere le stesse emozioni provate nelle due edizioni precedenti».
Leggi l’intervista a Andrey Deryugin, direttore commerciale di DSS Dneprospetsstal ed Eduardo Valecchi, agente DSS per il mercato italiano.

Tra le nuove adesioni alla nona edizione, c’è quella di GIDA, produttore di magneti per rottame, per l’automazione e il sollevamento, e di separatori magnetici. L’azienda bresciana, attiva da oltre 25 anni, inserisce la partecipazione a Made in Steel in un più ampio piano di promozione e ricerca di nuovi contatti: «Ci aspettiamo di incontrare partner commerciali italiani e stranieri: potenziali clienti, distributori o agenti, ma anche possibili fornitori – ha detto Achille Gorlani, Sales e Marketing Manager di GIDA -, attraversando tutta la catena del valore, dall’acquisto della materia prima fino alla distribuzione e all’utilizzatore finale».
Leggi l’intervista a Achille Gorlani, Sales e Marketing Manager di GIDA.

Incontrare nuovi possibili contatti è l’attesa condivisa anche da Paul Meijering, trader olandese di tubi, flange e raccordi in acciai inossidabili e speciali. Dopo un positivo confronto con diversi espositori delle precedenti edizioni, l’azienda ha deciso di partecipare per la prima volta alla Conference & Exhibition. La volontà è in primis testare la risposta del mercato sud-europeo e italiano, ma anche puntare sulla collaborazione competitiva. «Come trader, lavoriamo con ogni tipo di società. Effettuiamo consegne anche ad altri trader e distributori in tutto il mondo. Non li consideriamo concorrenti – ha spiegato la Marketing Manager Conny Meijering – e siamo aperti a tutto il mercato. Lavorare insieme è molto più efficace e offre molte più possibilità rispetto al farsi concorrenza».
Leggi l’intervista completa.

Cercare potenziali nuovi clienti e aumentare la visibilità del brand, quindi, ma non solo. L’obiettivo che ha spinto la Olfez (Giambarini Group) a partecipare per la seconda volta a Made in Steel è soprattutto «far capire l’importanza della zincatura, una lavorazione ancora oggi poco considerata, ma che può dare molteplici benefici, soprattutto di durata nel tempo» ha spiegato Alberto Giambarini, l’amministratore delegato dell’azienda di Seriate, in provincia di Bergamo. «Questo punto per noi è fondamentale, considerando che in Italia si zinca ancora molto poco rispetto ad altri Paesi».
Leggi di più.

News

Emilia Romagna e Umbria: bandi per la partecipazione a fiere internazionali

Le due regioni finanziano progetti di sviluppo delle PMI dei rispettivi territori, con agevolazioni a fondo perduto

Finanziamenti agevolati Simest: aggiornamento disponibilità fondi

A causa dell’elevato numero di richieste, la ricezione delle domande è al momento sospesa

Made in Steel, insieme per costruire il futuro

Giovanni Bajetti (Acciaierie Venete), Giovanni Carpino (Liberty House), Andrea Gabrielli (Gabrielli) e Edoardo Zanardelli (Feralpi Group) protagonisti al webinar organizzato da siderweb